Il Quotidiano del Sito

Cdp, la Cassaforte di Stato: tutti la vogliono, ma occhio a non romperla L’Economia in edicola domani gratis

Il Corriere della Sera Economia - Dom, 12/08/2018 - 10:21
Il ceo Fabrizio Palermo prepara un piano industriale diverso. Priorità: banda ultralarga, export, acquedotti. Tra gli altri argomenti del settimanale, la seconda casa: dopo anni di discesa, rallenta la caduta dei prezzi. Monopoli: l’America accende un faro su Big tech
Categorie: Economia Finanza

Cinema al Daturi, i film della settimana di Ferragosto

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:57

Proseguono le proiezioni per il cinema all’aperto all’Arena Daturi di Piacenza, come sempre con un programma vario e ricco. Di seguito i film in programma nella settimana di ferragosto. Inizio ore 21.30; ingresso: intero 6 euro, ridotto 5 euro.

 

LUNEDI’ 13 AGOSTO – ORE 21:30

A casa tutti bene
diretto da Gabriele Muccino
con Stefano Accorsi, Carolina Crescentini e Pierfrancesco Favino

Pietro e Alba festeggiano cinquant’anni d’amore. Dal loro matrimonio sono nati Carlo, Sara e Paolo, che si ritrovano insieme alle rispettive famiglie per celebrare l’avvenimento insieme ai genitori, che vivono in un’isola. La riunione parte felicemente, finché, tra i parenti impossibilitati a partire per una tempesta, emergono vecchi rancori e conflitti.

 

MARTEDI’ 14 AGOSTO – ORE 21:30

Terapia di coppia per amanti
diretto da Alessio Maria Federici
con Ambra Angiolini, Pietro Sermonti e Sergio Rubini

Viviana e Modesto sono amanti, entrambi sposati e con un figlio a testa. Il loro rapporto è talmente tormentato che decidono di sottoporsi ad una terapia di coppia. Riusciranno Viviana e Modesto a vivere la loro storia d’amore senza soffocare nella conflittualità?

 

MERCOLEDI’ 15 AGOSTO – ORE 21:30

C’est la vie – Prendila come viene
diretto da Eric Toledano e Olivier Nakache
con Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve e G. Lellouche

Innamorarsi è difficile ma organizzare un matrimonio perfetto è praticamente impossibile. La sfida è questa per Max, il migliori wedding-planner in circolazione. Dal regista di Quasi amici una commedia corale dal soggetto convenzionale ma da un punto di vista assolutamente originale.

 

GIOVEDI’ 16 AGOSTO – ORE 21:30

Io sono tempesta
diretto da Daniele Luchetti
con Marco Giallini, Elio Germano e Eleonora Danco

Il finanziere Numa Tempesta sta per avviare un grande progetto immobiliare in Kazakistan. Ma proprio al momento di chiudere le trattative con gli investitori internazionali i suoi avvocati lo informano che dovrà scontare una condanna per frode fiscale. Il ritratto di un Paese che sta cambiando pelle ma che rimane ben ancorato ai suoi peggiori difetti.

 

VENERDI’ 17 AGOSTO – ORE 21:30

Corpo e anima
diretto da Ildikò Enyedicon Alexandra Borbély e Morcsányi Géza

In un macello di Budapest viene assunta una nuova ispettrice della qualità, la giovane Maria. Il direttore finanziario è subito incuriosito dal suo atteggiamento assolutamente riservato e dedito al lavoro con una rigida applicazione delle regole. A seguito di un test psicologico emerge che entrambi sognano regolarmente di trovarsi in un bosco mentre nevica, lui nel ruolo di un cervo e lei nel ruolo della femmina. Orso d’Oro a Berlino nel 2017

 

SABATO 18 AGOSTO – ORE 21:30

Tre manifesti a Ebbing, Missouri
diretto da Martin McDonagh
con Frances McDormand, Woody Harrelson e Sam Rockwell

Mildred Hayes non si dà pace. Madre di Angela, una ragazzina violentata e uccisa nella provincia profonda del Missouri, Mildred ha deciso di sollecitare la polizia locale a indagare sul delitto e a consegnarle il colpevole. Dando fondo ai risparmi, commissiona tre manifesti con tre messaggi precisi diretti allo sceriffo di Ebbing. Affissi in bella mostra alle porte del paese, provocheranno reazioni disparate e disperate, riaprendo il caso e rivelando il meglio e il peggio della comunità. Film pluripremiato con 2 Oscar, 4 Golden Globes e 5 BAFTA

Categorie: Notizie Locali

L’ex Piace e Pro Matteo Abbate nuovo vice allenatore della Vigor Carpaneto

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:51

Nei mesi scorsi, a quasi 35 anni, ha deciso a malincuore di dire basta al calcio giocato nonostante gli stimoli fossero ancora alti per proseguire.

Un brutto infortunio, il recupero, poi una ricaduta con un altro lungo stop, con la conseguente decisione di dedicarsi all’attività di allenatore.Così, arriva il nuovo corso, con la seconda carriera che alla prima casella vede il nome della Vigor Carpaneto 1922.

La società biancazzurra dà il benvenuto ufficiale a Matteo Abbate, ex difensore di Piacenza e Pro Piacenza , classe 1983 e che ricoprirà il ruolo di vice allenatore coadiuvando mister Stefano Rossini, confermato sulla panchina piacentina.

Nato a Orbetello il 21 agosto 1983, Abbate ha chiuso la carriera da calciatore nel Pro Piacenza, mentre in precedenza il difensore toscano ha disputato buona parte della carriera con i colori biancorossi del Piacenza, arrivando a esordire in serie A nel marzo 2003 (Piacenza-Atalanta 2-0), indossando la stessa maglia anche in serie B. Ora la nuova avventura tecnica alla Vigor.

“La fine della carriera da calciatore – spiega Matteo Abbate – è stata determinata dall’infortunio e di fatto non è stata una scelta: ho dovuto farlo. Ora inizia una nuova avventura: il ruolo tecnico era all’orizzonte, anche se non sapevo quando sarebbe iniziato”.

“Due stagioni fa, da calciatore, ero stato vicino al Carpaneto, il presidente Rossetti mi aveva contattato per far parte della rosa che poi vinse l’Eccellenza, ma decisi di rimanere tra i professionisti. La trattativa, comunque, mi ha permesso di conoscere l’ambiente e siamo rimasti in buonissimi rapporti”.

“La vera spinta, comunque, è quella di poter allenare come vice di Stefano Rossini, da cui posso imparare tanto. Siamo amici, non ho mai giocato insieme a lui a calcio, ma è accaduto a tennis – sorride – c’è un bel rapporto tra noi, abbiamo caratteri complementari ma la cosa più importante è poter apprendere molto dal suo bagaglio di conoscenze”.

Quindi aggiunge. “Le prime impressioni del gruppo sono ottime. Mi hanno colpito l’entusiasmo e l’abnegazione dei ragazzi in un periodo di duro lavoro. Inoltre, la società è ben organizzata, con un centro sportivo di altissimo livello per la categoria e che in serie D in pochi hanno. Ci sono tutti gli ingredienti per lavorare bene”.

Infine conclude. “Oltre a ringraziare il presidente della Vigor Giuseppe Rossetti per l’opportunità che mi è stata concessa, vorrei dire grazie anche Alberto Burzoni (già patron del Pro Piacenza) per essermi stato vicino nell’ultimo anno e al direttore rossonero Alfonso Morrone per avermi permesso di incominciare questa nuova avventura con il Carpaneto.

E’ stato un orgoglio per me concludere la carriera con la maglia del Pro Piacenza. Ora sotto con la Vigor”.

Nella foto di Giuseppe Guerra, Matteo Abbate (Vigor Carpaneto 1922)

Categorie: Notizie Locali

Italiani Giovanili, oro per Matilde Zucchini nei 100 rana Juniores

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:49

Roma come ogni anno ospita i Campionati Italiani Giovanili Estivi, dal 10 al 13 agosto, riservati alle categorie Juniores, Cadetti e Seniores.

Sabato 11 agosto Matilde Zucchini, atleta piacentina tesserata per GAM Team Brescia, dopo essersi piazzata al quinto posto nelle batterie della mattina, nel pomeriggio, in Finale A, in una sfida all’ultima bracciata si è aggiudicata l’oro con il tempo 1′ 11” 27, laureandosi Campionessa italiana.

Domenica Matilde tornerà in vasca per i 200 rana, alla ricerca di un altro risultato di prestigio.

Categorie: Notizie Locali

L’8 e il 9 settembre rivive il Medioevo in Valdarda

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:35

L’8 e il 9 Settembre nel borgo di Castell’Arquato, in Val d’Arda, torna “Rivivi il Medioevo”, la manifestazione di rievocazione storica organizzata dalla Pro Loco del paese da più di 10 anni.

Per il 2018 a presentare l’evento ci sarà Daniele Lucca, già creativo e direttore artistico di varie manifestazioni ed eventi in giro per l’Italia, non mancheranno poi compagnie teatrali, di rievocazione e giullari di strada, tra riconferme e novità di alto livello.

Confermata a grande richiesta, dopo il successo dell’anno scorso, la compagnia dei FraStornati e come ogni anno non mancheranno I Lebbrosi, presenza consueta e abitudinaria fin dalle prime edizioni. Grande ritorno anche per i Frere Lumiere, che in un’edizione di qualche anno fa infiammarono il pubblico con giochi di fuoco sostenuti da ritmi tribali ed orientaleggianti e del suggestivo accampamento militare della Compagnia del Nibbio, per una riproduzione fedele della vita medievale condita da esposizioni di macchine da guerra, ad affascinare grandi e piccini.

Tra le novità del 2018 ci sono il Circo Equestre di Vigevano, che proporrà la sfida della giostra a cavallo, le esibizioni aeree del duo C’è chi C’ha e la musica medievale dei Furthark Music. Torneranno poi i Medieval Messenger, dalla lontana Lituania, e anche dal punto organizzativo ci saranno dei ritorni: la manifestazione tornerà nel suo luogo originario sul lungo Arda e il corteo dei figuranti non sarà più la sera di sabato ma la mattina della domenica.

Certezza infine sarà il Torneo Internazionale di Scherma Medievale, le oltre cinquanta bancarelle medievali, per entrare in clima anche con oggetti e vestiti, e i punti di ristoro a tema, per assaporare la cucina del tempo che fu.

Categorie: Notizie Locali

In ottobre l’edizione autunnale di “Frutti Antichi”

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:33

È tra le manifestazioni d’Italia più longeve dedicate al florovivaismo e ospita i migliori produttori che fanno del recupero di piante, frutti e legumi quasi scomparsi la loro missione, nel rispetto dell’ambiente e della biodiversità.

Sabato 6 e domenica 7 ottobre 2018 il Castello di Paderna a Pontenure (PC) ospita la ventitreesima edizione di “Frutti Antichi”, rassegna di piante, fiori e frutti dimenticati e prodotti di alto artigianato e agricoltura promossa dal FAI – Fondo Ambiente Italiano e realizzata in collaborazione con il Castello di Paderna e il Comitato FAI di Piacenza.

Le protagoniste sono le piante a fioritura autunnale, esposte con i loro straordinari colori nel parco del castello, mentre nella grande corte agricola gli ortolani mostrano il raccolto dell’annata e vendono prelibatezze di stagione. Gli espositori arrivano da diverse regioni italiane; con loro anche talentuosi artigiani che valorizzano antichi mestieri, per far conoscere le loro opere uniche, e agricoltori che coltivano e si prendono cura della terra con metodi sostenibili.

Durante le due giornate della manifestazione, i visitatori possono partecipare a un ricco programma di eventi collaterali, tra laboratori creativi per grandi e piccoli, incontri con ricercatori e operatori del settore all’insegna della promozione di stili di vita più vicini alla natura, conversazioni su tematiche ambientali ed alimentari.

I contributi raccolti in occasione della manifestazione saranno destinati alla valorizzazione e al recupero dell’Orto delle Monache sul Colle dell’Infinito a Recanati (MC).

Orario: sabato 6 e domenica 7 ottobre, dalle ore 9 alle 18.30.

Prezzi: Ingresso a contributo minimo di 7 euro; 5 euro per gli iscritti FAI e per i possessori della Card del Ducato. Ingresso gratuito per i bambini fino ai 12 anni e per chi si iscrive al FAI in occasione della manifestazione.

I visitatori della manifestazione potranno disporre di:
–   Ampi parcheggi 
–   Punto ristoro e caffetteria
–   Area deposito merci acquistate

Categorie: Notizie Locali

“Bimbi in auto”, via alla campagna sulla sicurezza stradale

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:32

E’ partita la prima campagna di sicurezza stradale “Bimbi in Auto” in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero della Salute, Polizia di Stato e le società ed associazioni scientifiche pediatriche (SIP, SIMEUP,SIPPS, ACP).

L’iniziativa è diretta a “sensibilizzare il mondo degli adulti sulla necessità di assicurare sempre e correttamente i bambini ad idonei sistemi di ritenuta durante gli spostamenti, anche se di breve durata, avendo particolare riguardo alla omologazione ed alla tipologia degli stessi”, in linea con quanto stabilito dal PNSS Orizzonte 2020 che adotta quale “vision 0” di lungo termine “Sulla strada: nessun bambino deve morire”.

Nel 2017, in base ai dati Istat il numero dei morti sulle strade italiane è tornato a crescere (+2,9%) con 3.378 vittime. E’ sostanzialmente stabile il numero dei feriti gravi, che sono 17.309 (-0,1%) e il rapporto tra feriti gravi e deceduti è sceso dal 5,3% al 5,1%.

“Sono purtroppo ancora numerosi – evidenzia la Polstrada – i bambini che rimangono feriti o perdono la vita in incidenti stradali ed ancora troppi sono i piccoli trasportati a bordo di veicoli non assicurati agli appositi sistemi di ritenuta: secondo il dato ISTAT, nel 2017 in Italia sono stati 25 i bambini nella fascia di età tra 0 e 14 anni che hanno perso la vita mentre erano trasportati in auto (7 in meno rispetto al 2016 quando si sono registrate 32 vittime) e oltre 8.396 i piccoli feriti. Ragionevolmente immaginiamo che nella maggior parte dei casi i bambini che hanno perso la vita non erano assicurati con gli appositi sistemi di ritenuta dagli adulti”.

 

Nell’ambito dell’iniziativa sono stati realizzati pieghevoli e poster contenenti informazioni utili per guidare i genitori nella scelta del seggiolino più idoneo per i propri bambini, che saranno distribuiti negli studi medici pediatrici, nei consultori e nei reparti di ginecologia ed ostetricia delle strutture ospedaliere.

Categorie: Notizie Locali

Dalla Via Francigena a quella Matildica, i cammini da percorrere zaino in spalla

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:31

Se quella di Destinazione Turistica Emilia è una meta che nasce ufficialmente e acquista una denominazione a nuovo millennio inoltrato, le sue strade e i suoi sentieri sono da secoli direttrici percorse già dagli antichi pellegrini e poi dagli appassionati del trekking e della camminata.

Che a spingerne il passo siano una motivazione spirituale, una sfida sportiva o la necessità di riprendere contatto con la natura e con il fattore propulsivo delle proprie gambe, gli escursionisti trovano nell’area tra Piacenza, Parma e Reggio Emilia un reticolo di itinerari mantenuti e circondati dagli splendidi paesaggi di un Appennino che sale e scende, puntando verso nord o cercando uno sbocco sul mare.

Sugli oltre mille chilometri che – tra il Passo del Gran San Bernardo e Roma – ne costituiscono il tratto italiano, la Via Francigena attraversa anche gli Appennini delle province di Piacenza e Parma. Dichiarato Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa nel 1994, il cammino entra in territorio piacentino con il Guado di Sigerico e, dopo un breve tragitto sull’argine del Po e vari rettilinei su strade provinciali, arriva alle porte della città, dove il percorso tocca Piazzale delle Crociate e Piazza Cavalli per poi sboccare sulla Via Emilia.

Risalendo il torrente Nure e tagliando boschi e campagne che salutano il Castello di Paderna, l’Abbazia Cistercense di Chiaravalle della Colomba e il Duomo di Fidenza, simbolo dello sconfinamento nel parmense. Tappa obbligatoria per i pellegrini che si dirigevano a Roma, la cattedrale dedicata a San Donnino è un’occasione per riprendere fiato e lustrarsi lo sguardo, prima di rimettersi in marcia verso Cabriolo e la sua pieve, i resti della rocca di Noceto, Felegara e Fornovo, dove la statua del pellegrino sulla facciata della Chiesa di Santa Maria indica la direzione.

Sempre sotto la sigla di Parma, si giunge a Bardone e a Cassio – caratterizzata da una via lastricata in pietra – per poi insinuarsi a Berceto e lasciare l’Emilia. Per informazioni: Associazione Europea delle Vie Francigene – http://www.viefrancigene.org

Detta anche Francigena di montagna, la Via degli Abati è un antico itinerario alto-medievale seguito dai monaci del monastero di San Colombano di Bobbio per arrivare a Roma, attraversando parte del territorio provinciale di Pavia e l’Appennino Tosco-Emiliano nelle province di Piacenza, Parma e Massa Carrara.

I 190 km complessivi dell’impegnativo tracciato si dividono tra mulattiere, carrarecce e sentieri che solo in piccoli tratti lasciano il posto a strade asfaltate. Dal maggio 2008, Elio Piccoli, maratoneta, presidente dei “Lupi d’Appennino”, organizza sul percorso la “The Abbots Way”, una delle più importanti ultra-maratone nella natura (con solo il 10% circa di tratti asfaltati). Per informazioni: Associazione Via degli Abati – www.viadegliabati.com

Attraversando Emilia Romagna e Lombardia, il Sentiero del Tidone è un percorso quasi totalmente in terra battuta e ghiaia che, sulla distanza di 69 km, segue il Po e risale il torrente Tidone fino alla diga del Molato e al Lago di Trebecco, per poi proseguire verso la sorgente tra boschi e orti botanici. Cartelli in legno e bacheche forniscono puntuali indicazioni sulla progressione e informazioni sulle caratteristiche del tragitto, mentre una serie di aree di sosta garantisce la possibilità di effettuare qualche pausa in relativa comodità. Per informazioni: Associazione Sentiero del Tidone – http://www.sentierodeltidone.it/

La rete di sentieri lungo antiche direttrici medievali che costituisce il cuore della Via Matildica del Volto Santo è un’occasione per mettere in moto non solo i piedi ma anche l’immaginazione e rivivere l’atmosfera del feudo di Matilde di Canossa, giungendo alla base dei castelli della Gran Contessa, attraversando borghi e calpestando la stessa venerabile terra percorsa dai pellegrini nei loro itinerari religiosi.

Da Mantova a Lucca, ovvero dal sangue di Cristo della Chiesa di Sant’Andrea fino al Volto Santo, passando per Reggio Emilia, il cammino è una lenta passeggiata nella vicenda storica di quella che è stata forse l’autentica protagonista femminile del Medioevo ma anche una possibilità per decidere di deviare verso il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e la sua Area Mab-Unesco.

La segnaletica orizzontale e verticale disposta lungo il percorso dispensa precise e utili informazioni sulle tappe e sulle mete, in uno scenario mutevole che passa dalla rupe di Canossa all’Ospitale di San Pellegrino in Alpe, con il suo affaccio sulla Garfagnana. Per Informazioni: Via Matildica del Volto Santo – http://www.viamatildica.it

Piacenza
Per info: Destinazione Turistica Emilia – Iat di Piacenza.
Tel. 0523 492001. E-mail: iat@comune.piacenza.it
 
Parma
Per info: Destinazione Turistica Emilia – Iat di Parma.
Tel.0521218889. E-mail: tursimo@comune.parma.it
 
Reggio Emilia
Per info: Destinazione Turistica Emilia – Iat di Reggio Emilia.
Tel. 0522 451152. E-mail: iat@municipio.re.it

Categorie: Notizie Locali

Piacenza e Bakery insieme per la festa Bianch & Russ

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:30

Piacenza Calcio e Bakery Basket insieme per la festa della birra Bianch & Russ, organizzata dai tifosi della Curva Nord.

Appuntamento il 7 e l’8 settembre nel piazzale alle spalle della tribuna dello stadio Garilli: cibo e musica per due serate da trascorrere in compagnia all’insegna del tifo e dello sport.

All’interno della festa il Piacenza Calcio presenterà le attività del settore giovanile e la prima squadra insieme alla Bakery, che parteciperà a sua volta con il roster al completo. Le due formazioni saranno insieme sul palco nell’anno che vedrà la società di pallacanestro disputare l’importante campionato di Serie A2 e quella di calcio celebrare il centenario.

L’iniziativa è stata presentata allo stadio Garilli dal Presidente Bakery Marco Beccari, insieme al responsabile marketing del Piacenza Calcio, Francesco Fiorani, al rappresentante della Curva Nord Eugenio Carli, e a Raffaele Fratto, store manager del punto vendita Eataly di Piacenza che sosterrà la manifestazione.

IL PROGRAMMA

Venerdì 7 settembre

Ore 19 – Aperitivo e cena alio Stadia Garilli con Eataly Piacenza

Ore 20.30 – Presentazione settore giovanile Piacenza Calcio 1919

Ore 21.15 – Presentazione Bakery Piacenza

Ore 22 – Presentazione Piacenza Calcio 1919

Ore 23 – Dj Valvola – Musica dal vivo

 

Sabato 8 settembre

Ore 19 – Aperibvo con tutti i tifosi biancorossi e tifoserie amiche, a seguire cena

Ore 21 – Prolezione filmato tifoseria biancorossa

Ore 22 – Ricordo Angeli biancorossi

Ore 22.30 – Musica dal vivo

Categorie: Notizie Locali

Al Bobbio Film Festival “La terra dell’abbastanza”

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:29

Quanto facile abituarsi al male? Lo scopriranno i due giovani protagonisti de “La terra dell’abbastanza”,
film d’esordio dei fratelli D’Innocenzo in rassegna al Bobbio Film Festival (Piacenza) domenica 12 agosto.

Appuntamento quindi al Chiostro di San Colombano alle 21 e 15. La serata proseguirà poi, come è cifra del Festival, con un momento di confronto con il dibattito in sala, insieme a Damiano e Fabio D’Innocenzo.

IL FILM – Mirko e Manolo sono due giovani amici della periferia di Roma. Bravi ragazzi, fino al momento in cui, guidando a tarda notte, investono un uomo e decidono di scappare. La tragedia si trasforma in un apparente colpo di fortuna: l’uomo che hanno ucciso è un pentito di un clan criminale di zona e facendolo fuori i due ragazzi si sono guadagnati un ruolo, il rispetto e il denaro che non hanno mai avuto. Un biglietto d’entrata per l’inferno che scambiano per un lasciapassare verso il paradiso.

I REGISTIDamiano e Fabio D’Innocenzo (1988) sono registi e sceneggiatori. Hanno trascorso la loro infanzia nei sobborghi di Roma, dedicandosi alla pittura, scrivendo poesie e scattando fotografie. La terra dell’abbastanza è il loro primo film.

IL FESTIVAL – Il Bobbio Film Festival, giunto alla 22esima edizione, è stato ideato da Marco Bellocchio, ora affiancato nel comitato di direzione artistica da Pier Giorgio Bellocchio, Enrico Magrelli e Paola Pedrazzini.

Una manifestazione che ogni anno si arricchisce grazie alla progettualità della Fondazione Fare Cinema, alla sinergia del Comune di Bobbio e al sostegno del Ministero dei Beni Culturali, Regione Emilia Romagna,
Fondazione di Piacenza e Vigevano, Camera di Commercio di Piacenza.

La rassegna prosegue lunedì 13 agosto, con “Due piccoli italiani” di Paolo Sassanelli, ospite del festival. Per l’acquisto di biglietti visitare il sito www.comune.bobbio.pc.it, per informazioni sul programma e gli ospiti www.bobbiofilmfestival.it.

Categorie: Notizie Locali

Il maltempo non ferma la lirica a Rivergaro, tanti applausi per “L’elisir d’amore”

Piacenza sera - Dom, 12/08/2018 - 09:26

Un violentissimo temporale abbattutosi su Rivergaro nel tardo pomeriggio di sabato ha consigliato gli organizzatori di spostare dal sagrato della chiesa parrocchiale all’interno dell’Oratorio l’atteso spettacolo lirico organizzato dal Comune con l’Associazione “Il Carro di Tespi” per la regia di Luigi Frattola.

Così è toccato al parroco don Giovanni Cordani a fare gli onori di casa ad ospiti illustri come il sindaco Andrea Albasi ed al Maresciallo dei Carabinieri Roberto Guasco e, soprattutto, ad un pubblico assai numeroso e caloroso che ha gremito il salone parrocchiale in ogni ordine di posti per ascoltare e vedere “l’Elisir d’Amore”, il capolavoro del bergamasco Gaetano Donizetti che racconta la favola del contadino innamorato Nemorino, che grazie al salvifico filtro-elisir acquistato da Dulcamara riesce a conquistare il cuore della bella Adina.

E’ una favola raccontata in chiave comica ed allegra, accompagnata da una musica che zampilla consolatrice con una verve miracolosa e coinvolgente.
Alla fine della tribolata serata un esuberante successo ha salutato, oltre alla straordinaria bellezza della musica, la sorprendente bravura degli interpreti, davvero prodigiosi a districarsi in spazi ristrettissimi all’interno dei quali dovevano esibirsi orchestra, coro ed interpreti, spesse volte calatisi anche tra gli spettatori con trovate sceniche sempre adeguate e capaci di mantenere un ritmo appropriato e divertente.

Cantanti, dunque, di ottimo livello artistico, in un cast che potrebbe benissimo stare nei teatri di produzione, perchè la soprano Paola Cigna ha confermato qualità musicali e vocali di spessore, dipingendo con arte arzigogoli canori di notevole bellezza, perché il tenore uruguaiano Sebastian Ferrada ha una voce di smalto verdiano, bella, potente e profonda, ancora da perfezionare in certi passaggi ma che fa squillare con consolidato smalto, perché il basso fidentino Renato Franceschetto (già allievo di Gianni Poggi) è stato un Dulcamara impeccabile e convincente, forte di grande esperienza e capacità scenica, perché il baritono (Belcore) Minho Lee ha retto il ruolo con efficacia, mentre la piacentina Elena Franceschi è stata una piacevole Giannetta.

Se l’orchestra dei Colli Morenici diretta da Eiichi Tomabechi ha forse ecceduto nel suono degli ottoni, talvolta sovrastante la voce dei cantanti (problema probabilmente dovuto all’acustica particolare della sala), molto bravo il coro lirico Terre Verdiane diretto dal maestro Luigi Grenuzzi, sia per armonia di voci che movimenti scenici.

In conclusione un successo davvero oltre le più rosee previsioni, il cui merito va attribuito in gran parte al regista Luigi Frattola a cui va, fra l’altro, l’esperienza nella scelta degli interpreti.

Luigi Carini

Categorie: Notizie Locali

Petrolio, il report dell’Opec sul barile Walmart (e Cisco) presentano i conti

Il Corriere della Sera Economia - Dom, 12/08/2018 - 08:31
L’Istat lunedì diffonde i dati dell’inflazione in luglio. E domenica occhi puntati sul pallone: inizia il campionato di calcio della serie A
Categorie: Economia Finanza

Ladri si schiantano dopo l'inseguimento

Il Piacenza - Sab, 11/08/2018 - 23:54

Inseguimento da film nella serata dell'11 agosto dalla tangenziale in città a Quartazzola di Vallera. I carabinieri del Radiomobile hanno intercettato un'auto con quattro ladri a bordo. Avevano fatto un furto a Vigolzone. Due sono...

Categorie: Notizie Locali

Il tesoro degli italiani raddoppiato in vent’anni: ora vale 4.400 miliardi

Il Corriere della Sera Economia - Sab, 11/08/2018 - 23:41
In venti anni, nonostante la bassa crescita e le turbolenze finanziarie del 2008 e del 2011 la ricchezza finanziaria degli italiani è salita del 95%
Categorie: Economia Finanza

Ladri intercettati dopo il colpo scappano a folle velocità e si schiantano: due in fuga

Il Piacenza - Sab, 11/08/2018 - 22:20

Inseguimento da film nella serata dell'11 agosto dalla tangenziale in città a Quartazzola di Vallera. I carabinieri del nucleo radiomobile hanno intercettato un'auto con a bordo almeno quattro persone che avevano messo a segno un...

Categorie: Notizie Locali

San Rocco al Porto, Ferragosto SanRocchino

Il Piacenza - Sab, 11/08/2018 - 21:57

Associazione Pro Loco San Rocco con il patrocinio del comune di San Rocco al Porto organizza il “Ferragosto SanRocchino” da venerdì 10 a sabato 18 agosto 2018, presso il Parco di Via L. Da Vinci

Categorie: Notizie Locali

Fuori strada dopo l’inseguimento: fermate due persone, caccia ai fuggitivi

Piacenza sera - Sab, 11/08/2018 - 21:52

Fuori strada dopo l’inseguimento con la forze dell’ordine. Si è conclusa con un incidente la fuga di una vettura sulla quale si sospetta vi fosse una banda di ladri.

E’ accaduto poco prima delle 21 di sabato lungo Strada di Quartazzola, tra Vallera e Gossolengo (Piacenza). Ancora da ricostruire esattamente quanto accaduto: la vettura, una Chrisler Voyager, tallonata dai carabinieri con il supporto della polizia, ha improvvisamente sbandato uscendo di strada per poi ribaltarsi in un canale.

A bordo, secondo le prime informazioni, quattro persone: due, rimaste ferite, sono state fermate, le altre sarebbero riuscite ad allontanarsi nei campi.

Sul posto per i soccorsi l’ambulanza della Croce Rossa, l’autoinfermieristica del 118 e i vigili del fuoco. Sul mezzo pare siano stati rinvenuti arnesi da scasso insieme a refurtiva: circa dieci chilogrammi di placchette metalliche, utilizzate per l’assemblaggio di macchine utensili, provento di un furto messo a segno a Vigolzone. I due feriti sono stati trasportati in ospedale, dove si trovano piantonati dai carabinieri.

L’inseguimento, da quanto si è appreso, è scattato nella zona della Besurica. Bloccata la strada dove si è verificato l’incidente, per i rilievi è intervenuta anche la polizia municipale dell’Unione Bassa Valtrebbia e Valluretta, con il supporto dei colleghi di Piacenza.

In aggiornamento

Categorie: Notizie Locali

Cento giovani piacentini abbracciano il Papa al Circo Massimo “Non fatevi rubare i sogni”

Piacenza sera - Sab, 11/08/2018 - 20:37

70mila giovani hanno accolto sabato pomeriggio al Circo Massimo a Roma Papa Francesco, nell’incontro dal motto “Per mille strade, verso Roma” in vista del Sinodo di ottobre.

Fra di loro gli oltre 100 ragazzi della Diocesi di Piacenza-Bobbio (le foto sono tratte dal profilo Facebook della Pastorale Giovanile), partiti lunedì in pellegrinaggio alla volta di Roma. Ad accompagnarli alcuni educatori e sette sacerdoti della Diocesi.

Un viaggio che ha toccato quattro luoghi significativi del Casentino (La Verna, Camaldoli, Bibbiena e Romena) per altrettanti giorni di cammino prima del trasferimento nella Capitale.

Leggi anche

I giovani di tutta Italia – da 195 diocesi – hanno partecipato al pellegrinaggio promosso dalla Cei per l’abbraccio al Papa: “I sogni dei giovani fanno un po’ paura agli adulti – ha detto Bergoglio -. Forse perché hanno smesso di sognare e di rischiare, forse perché i vostri sogni mettono in crisi le loro scelte di vita. Ma voi non lasciatevi rubare i vostri sogni”.

E ancora: “Cercate maestri buoni capaci di aiutarvi a comprenderli e a renderli concreti nella gradualità e nella serenità. Siate a vostra volta maestri buoni, maestri di speranza e di fiducia verso le nuove generazioni che vi incalzano. Quello che gratuitamente avete ricevuto mettetelo di nuovo in circolo, restituitelo arricchito con la vostra passione e intelligenza”.

“La vita non è una lotteria in cui solo i fortunati possono realizzare i loro sogni. La vita è una sfida in cui si vince veramente se si vince insieme, se non si schiaccia l’altro, se non si esclude nessuno”.

Dopo l’incontro con Papa Francesco una serata di festa con la “notte bianca della fede”; domenica mattina anche i giovani piacentini parteciperanno in piazza San Pietro alla celebrazione nel corso della quale il Pontefice affiderà ai ragazzi il suo mandato missionario.

IL PAPA INCONTRA I GIOVANI AL CIRCO MASSIMO – Video da Tv2000

Categorie: Notizie Locali

«Dimmi dove si trova mio nipote», minorenne picchiato dallo zio dell'amico

Il Piacenza - Sab, 11/08/2018 - 20:08

Un 21enne dovrà rispondere di violenza privata per aver malmenato un 17enne e per averlo fatto salire in auto a forza. Voleva costringere il minorenne a farsi dire dove si trovava il nipote 19enne, amico suo, che non era...

Categorie: Notizie Locali

Agri Piacenza Latte: «Le strategie del Consorzio del Grana Padano hanno fallito»

Il Piacenza - Sab, 11/08/2018 - 19:26

«Mi complimento con Confagricoltura Piacenza per aver rilevato il malessere del settore lattiero-caseario ed aver individuato una delle cause nella politica del consorzio del Grana Padano che assorbe circa il 20 per cento della produzione del...

Categorie: Notizie Locali
Condividi contenuti